I MIEI CONSIGLI

Benvenuti in casa mia
Voglio premettere che i miei consigli sono diretti a quelle persone che amano la natura incontaminata e che sono curiosi di vivere gli usi e costumi locali stando a diretto contatto con la popolazione.

In Islanda, la maggior parte dei turisti sono persone che amano la Natura, sono persone semplici, spontanee ed educate; prendono la vita con allegria e ottimismo e sono sempre disponibili. Insomma, trasmettono energia positiva e grande libertà!

L'Islanda è cara, ma conoscendo alcuni accorgimenti, si possono risparmiare parecchi soldini. Se poi ti porti una bottiglia di vino, la puoi barattare con qualsiasi cosa, provare per credere!
-
In queste righe cerco di dare consigli e "dritte" basate su anni d'esperienza vissuta in prima persona e passata assieme a tanti amici.
Sei finalmente atterrato all'aereoporto, ti colpisce subito la sua bellezza e pulizia... sembra un salotto! Alla fine del tunnel scendi finalmente le scale per accedere al ritiro bagagli. E' disponibile il servizio duty free. Dopo aver recuperato la valigia, esci dal locale e sulla sinistra si trovano gli uffici dell'autonoleggio (Hertz, Avis, Europcar). Sulla destra invece, il tourist information e la biglietteria del flybus in partenza per Reykjavìk in coincidenza con ogni volo.

SPOSTAMENTI
Il modo migliore per visitare l'Islanda è sicuramente in auto o in moto e, anche se non è il modo più economico, comunque si ottimizza il rapporto costi/tempo. Quello più economico è l'abbonamento dell'autobus ma, come puoi immaginare, i tempi imposti e le tappe scontate, non danno la possibilità di vedere molte cose e soprattutto fanno perdere molto tempo.

ABBIGLIAMENTO
Il clima Islandese è molto variabile. la Corrente del Golfo lo rende ben più caldo di quanto si pensi, quindi in estate si possono avere temperature che vanno da 6 a 24 °C circa. E' simile al clima delle alpi italiane. Il segreto per essere sempre preparati ai cambiamenti del tempo è quello di vestirsi a strati: T-shirt, camicia, maglione, giacca a vento. Se poi sei un tipo particolarmente freddoloso, puoi aggiungere sciarpa, guanti e cappello. Ah! non dimenticare il costume!!

CIBO
Il modo più economico è quello di fare la spesa al supermercato. Andare al ristorante significa spendere almeno € 40. E' utile portare gli affettati sotto vuoto e magari un pacco di penne per la sera. E' molto comodo un bel pezzo di Grana.

DORMIRE
Se hai la tenda puoi andare nei campeggi, l'unico inconveniente è l'estrema variabilità delle condizioni atmosferiche ma per un campeggiatore non è un problema. In Islanda è vietato il campeggio libero. Se invece non hai la tenda puoi alloggiare oltre che negli alberghi, nelle guesthouse, nelle fattorie, negli ostelli o nelle scuole. Una soluzione economica e molto usata è la formula sleeping bag cioè dormire sul letto con il tuo sacco a pelo. Le guesthouse e le fattorie si trovano su tutto il territorio mentre gli ostelli della gioventù sono solo nelle principali città. In quasi tutte le strutture è compreso l'uso cucina ed alcune hanno i servizi in camera mentre altre al piano, sono tutte molto pulite ed accoglienti ed essendo a conduzione familiare, danno la possibilità di vivere gli usi e costumi locali.
 
 
Copyright © 2016 Exodus di Tamburini Alessandro. Tutti i diritti riservati. Partita iva 02500110412. Islandainmoto ® è un marchio registrato di proprietà di Alessandro Tamburini

<a href="privacy.html" class="linkSpot">Informativa estesa su Privacy e Cookie</a>